Linea erotica Ragazze

Benvenuto nella Linea Erotica Ragazze , qui potrai trovare stupende e giovanissime Ragazze pronte a darti tutto quello che stai cercando. I nostri servizi erotici sono riservati ad un pubblico adulto e per questo sanno esattamente a cosa vanno incontro. Un uomo, quando chiede non vuole sentirsi dire di no. Vuole godere. Senza star li a riflettere se quello che gli stai offrendo è abbastanza.
Hanno te come priorità nient’altro. Sono capaci di sentirti godere attraverso il filo del telefono e sanno perfettamente che se vogliono possono seguirti nell’orgasmo che avrai con loro.

Utilizzarlo è semplice. Vi basta cliccare sul numero e iniziare a parlare con la ragazza nella linea erotica. Il credito vi viene scalato alla risposta e per tutta la durata della telefonata non vi verranno addebitati costi aggiuntivi. In sintesi se con gli ultimi 3€ del vostro cellulare avete deciso di farvi una nuova amica… adesso con il numero erotico ragazze è possibile.

Vieni a conoscere le nostre ragazze della linea erotica

Sono tre le più giovani, bellissime e vogliose e capaci di tutta Italia. Come loro potrai incontrarne veramente poche.
Adorano essere le tue troie per quei minuti che vuoi trascorrere con loro.
Divertirsi e fartelo diventare duro come niente. Tutte le tue fantasie in una sola telefonata. Non perdere altro tempo cerca subito la tua amica e inizia a parlare!

Vera linea erotica Linea Erotica Ragazze sexy
Linea Erotica Ragazze sexy

Informazioni utili per la linea erotica ragazze

Devo avere necessariamente una carta di credito per chiamare?

No. Se non avessi modo di telefonare con una carta di credito puoi chiamare direttamente dal fisso o dal cellulare facendo affidamento sul credito residuo del tuo cellulare o a quello che ti verrà addebitato comodamente in bolletta. La presente numerazione è direzionata allo stesso gruppo di racconti appena elencato ed è utilizzabile da qualunque dispositivo telefonico senza necessità di avere una carta di credito per pre-caricare il credito.

Avete a disposizione altri gruppi di racconti erotici?

Certamente abbiamo a disposizione ulteriori pagine di racconti erotici che mirano ad offrirvi la possibilità di ascoltare storie e racconti erotici da parte di ogni genere e voce. Ti basterà seguire l’elenco qui di seguito per accedere ad altre numerazioni dedicate e ascoltare il preaudio che ti permetterà di risparmiare tempo!

Posso richiamare con lo stesso numero una volta usufruito del servizio?

Certo! Puoi chiamare la linea erotica tutte le volte che vuoi. Anche con lo stesso numero con cui hai chiamato in precedenza. Il funzionamento sarà il medesimo e nelle attese di centralino non ci saranno costi addebitati. E’ giusto dirlo perché essendo linee erotiche ad alto numero di utenza qualche volta dei minuti se ne vanno solo per l’attesa. Vi ricordiamo che finché non sentirete parlare la ragazza alla Linea Erotica il servizio sarà totalmente gratuito!

Cosa trovo una volta fatto il numero per l’ascolto della linea erotica?

  • Premendo 1 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in un negozio di intimo.
  • Premendo 2 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in una palestra.
  • Premendo 3 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che narra di un viaggio erotico molto piccante.
  • Premendo 4 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di una ragazza che in casa e sola decide di giocare con gli oggetti che ha intorno.
  • Premendo 5 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di ripassi scolastici
  • Premendo 6 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si ambienta in un cinema hard
  • Premendo 7 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia dedicato a due sorelle con un cugino molto interessante
  • Premendo 8 troverai un racconto erotico dedicato ad una mamma molto interessata all’amico della figlia
  • Premendo 9 troverai un racconto erotico ad una ragazza molto interessata ad avere un’esperienza con più persone in una volta sola
Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici
Ascolta e godi – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche – racconti erotici

Seguici anche su tutti i nostri social : facebookInstagramTwitterVirgilio

Puoi trovarci anche su PornHub ed Eporner


Racconto erotico: Una donna scopre un ragazzo non del tutto timido nella sauna.

Oggi è il mio pomeriggio libero. Allora via in sauna come sempre. Il giovedì qui alle terme del paese è sempre abbastanza vuoto. Ogni tanto qualche uomo anziano, raramente una donna anziana… e molto raramente una persona della stessa età con cui conversare. Quindi porto sempre con me qualcosa da leggere, così non mi annoio troppo nella sala relax.

Sono seduto da mezz’ora da solo nella sauna quando la porta si apre ed entra un’intera famiglia con due giovani. Finalmente un cambiamento, penso, vedendo papà e mamma
seduti sui loro asciugamani sul gradino più alto. Il ragazzo, ancora molto giovane, si siede in fondo, accanto a lui la sorella. I due sembrano gemelli, anche se la ragazza sembra più femminile. È davvero carina, bionda molto chiara… ha un bel seno e delle gambe molto lunghe. Il suo corpo è magro e mi limito a confrontarla con la madre e vedo che loro due non hanno nulla in comune geneticamente.

Ovviamente guardo sempre le persone nella sauna. È meno una visione erotica e più la mia visione artistica come scultore. Vedo semplicemente molto di più nei corpi e
confronto sempre le forme con le mie esperienze in molte sessioni con modelli, sia maschi che femmine.

La madre è forte, fianchi larghi e seno grande, pancia piccola e gambe robuste. Aveva anche un grosso cespuglio nero tra le gambe. Pelo pubico molto lungo e ispido. Sorrido segretamente al pensiero di lui che vuole coccolarla con la lingua e poi si mette le setole tra i denti.

Si siede a lato della parete di fondo nell’angolo e guarda sua moglie… sorride maliziosamente ed è in qualche modo soddisfatto. Sportivo, bella figura, snello e muscoloso, abbronzato ma calvo, guarda il seno della moglie. Il figlio sta lì seduto un po’ a disagio, c’è una cosa che non gli piace molto. Con la testa girata, guardò sua madre, che gli rivolse uno sguardo severo e gli fece segno di stare fermo.

Anche lui si appoggia un po’ indietro e sgranchisce le gambe. Ciò significa che ora posso guardarmo meglio, Magro e con la pelle liscia… belle proporzioni… semplicemente da ragazzo. Ha pochissimi peli sul corpo e il suo monticello pubico è solo lanuginoso, il suo piccolo membro giace mollemente tra le sue cosce. Alzo lo sguardo sul suo viso e catturo il suo sguardo.

Oh cielo, penso… ora ha visto dal mio sguardo che stavo guardando il suo bastone. Vedo anche un leggero rossore sul suo viso. Ma ora rimane fissato con me. Mi
guarda più da vicino. Mi giudica giovane. I suoi occhi rimangono a lungo sul mio seno… gli piacciono davvero. Penso che i miei capezzoli gonfi e grandi attirino la sua attenzione. Ma nella sauna risaltano sempre molto. Il suo sguardo va al mio stomaco e alle mie gambe, e poi noto che le mie cosce non sono per niente chiuse. Così può vedere chiaramente la mia figa rasata.

Sto ancora pensando se dovrei semplicemente chiudere velocemente le cosce, ma sarebbe stato ridicolo, ma il suo sguardo resta su di me. Ora passa avanti e indietro tra i miei occhi e il mio monticello. Probabilmente sua sorella l’ha notato accanto a lui e anche lei mi sta guardando. Ma non ha una visione diretta della mia passera.
Lei gli parla e lui risponde senza staccarmi gli occhi di dosso.

Linea Erotica Ragazze sexy

Adesso noto come muove leggermente i fianchi…quasi impercettibilmente…
Oh mio Dio… ora capisco il suo problema… il suo pene grande quanto un mignolo sta crescendo. Mi viene subito in mente che è colpa mia perché non sono abituata a prestare attenzione agli uomini nella sauna se vedono o no qualcosa in me. Provo a girare un po’ la testa, guardo sua sorella, che ora ha allargato le gambe un po’ di più e vedo una dolce figa vergine con peli color biondo chiaro e bene tenuti.

Molto seducente in realtà come una piccola verginella, mi viene segretamente il pensiero che se fossi un uomo e reagendo a tali segnali forse anch’io avrei problemi di “crescita”.
Finalmente arriva il maestro della sauna e il mio infuso che avevo chiesto appena prima di entrare. Penso che questo calmerà di nuovo il ragazzo.
Il vapore si diffonde e si deposita nuovamente, provocando movimento nei genitori. Scendono e dicono che vogliono fare una doccia e poi nuotare. Figliolo, ora dovresti
sederti un po’ più in alto . La pensa così anche il ragazzo, sale uno scalino e si siede di nuovo di fronte a me. Sua sorella giace sulla schiena sotto di lui e chiude gli
occhi.

I genitori sono ormai usciti e non vedo l’ora di vedere come reagisce il ragazzo nei miei confronti. Prima mi accarezzo il seno con la mano, fingendo di strofinare un po’ il sudore, poi la mano va allo stomaco… si strofina sulla pelle calda e sulle cosce, che ora ho aperto di più per le mani. Il suo sguardo è come se fosse colpito da un fulmine tra le mie gambe. Non so se è la prima volta che guarda una zona pubica femminile, ma in ogni caso è inquieto e guarda con molta attenzione, entrambe le mie mani sono sulle cosce e strofinano lentamente la pelle.

Dall’interno coscia verso l’esterno. Di nuovo dal ginocchio fino all’anca. Ma il suo sguardo teso mi fa fremere. È un fascino così segreto che mi cattura. Potrei alzarmi adesso e andarmene. Ma questo bel ragazzo mi ha catturato visivamente. Mi piace moltissimo. Adesso lo guardo dritto negli occhi e poi giù verso il suo membro. È cresciuto e si sta lentamente allungando verso l’alto. Leggermente gonfio, ha acquisito forza ed è cresciuto anche in lunghezza. Il mignolo è diventato un bellissimo dito medio.

Vede il mio sguardo, abbassa lo sguardo sul suo pene e sorride. Questo bastardo sfacciato ha il coraggio di presentarmi con orgoglio la sua piccola erezione. Poteva semplicemente metterci sopra la mano e premerlo. No, il ragazzo apre anche un po’ le cosce così che ora posso vedere bene tutto il suo pacco.
Naturalmente non è ancora del tutto uomo, ma mi sembra già mascolino. La sorella sotto di lui ora si è rialzata ed è uscita con il suo asciugamano da bagno senza commentare.

Beh, penso… ora siamo soli e ora voglio vedere fino a che punto vuoi portare il gioco. Anch’io mi appoggio all’indietro, apro ancora di più la gamba così può guardarmi direttamente le labbra. Vedo dal suo sguardo che è molto emozionato. Ma le mie sensazioni mi dicono anche che ora sono più eccitato, sento il gonfiore delle mie labbra e un formicolio nella mia figa.

Per controllare, abbasso lo sguardo e vedo che le mie labbra sono leggermente socchiuse. Ora ha un’erezione davvero dolce in mostra. È un liscio 60 gradi verso l’alto. Il suo glande è ancora avvolto nella pelle ma anche le sue mani scendono fino alle cosce e strofinano la pelle. Ho la sensazione che lo farebbe, ora vorrebbe davvero toccare e strofinare la sua verga, ma non osa farlo.

“Lo sai che hai un corpo particolarmente bello?” interrompo il silenzio. Lui è non poco spaventato dalla mia affermazione, ma mi risponde con calma: “Anche per me te sei molto bella”. Sono senza parole. Gli chiedo se ha qualche esperienza in merito e lui risponde: “Beh, ho visto molte donne in foto e spesso andiamo in vacanza nudista con i miei genitori. Mi è venuto da ridere e gli ho chiesto se avrebbe attraversato la spiaggia in queste condizioni?

Questo detto ha rotto il ghiaccio, mi ha detto che osserva segretamente le ragazze nella piscina all’aperto e che gli piace guardare le ragazze nude. La mia domanda successiva sarebbe stata se si masturbava anche mentre lo faceva, ma sono riuscita a trattenermi dal dirlo. Proprio così, mi sono massaggiata, mi sono accarezzata la figa e sono arrivata fino alle labbra, tutto per lui. Volevo regalargli qualcosa e ovviamente anche eccitarlo. Il suo cazzo più grosso, che ora è completamente teso, si è leggermente ingrandito.

Il prepuzio è scivolato un po’ indietro sul suo glande e lo ha rilasciato un po’. Lo spettacolo era divino. Si sedette lì come Cupido, il suo corpo stretto da ragazzo e
questo simbolismo sensuale. Me lo sono goduto semplicemente con gli occhi. I nostri sguardi adesso si incontravano più spesso e alla fine qualcosa doveva succedere. Poi mi sono alzata, sono scesa le scale, l’ho guardato molto più chiaramente adesso e ho detto senza pensarci: “Ora vado a farmi una doccia, tu puoi venire con me e insaponarmi davvero la schiena, ok?? ? Mi ha fatto un cenno e siamo usciti dalla sauna.

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici

Le docce sono un po’ nascoste all’esterno e prima mi sono messa sotto la doccia con acqua fredda. Dopo aver preso la bottiglia di shampoo, sono andata nella doccia calda e mi sono messa sotto. Non l’ho sentito affatto arrivare, ma all’improvviso si è fermato dietro di me e ha detto piano…”Sono qui”. Mi sono girata un po’, l’ho guardato… ho visto anche che il suo pene adesso era rivolto verso il basso. Gli ho dato il mio shampoo e ho detto semplicemente… per favore, insaponami bene la schiena.

Fu come un fulmine quando sentii le sue mani. Questo ometto ha subito spalmato lo shampoo con movimenti morbidi e mi ha massaggiato la schiena. Un mio pensiero comune voleva invogliarlo. Ho piegato leggermente le spalle in avanti in modo che potesse muovere il corpo in avanti. Adesso finalmente lo sentivo. Mi ha toccato il sedere con l’anca e lo stomaco. Potrei anche localizzare e sentire il suo pene. Volevo ripagare il bene con il bene.

Ora ricambiavo il suo tocco gentile sulla schiena con il mio sedere. Ho mosso le mie natiche lungo il suo corpo. Ho anche mosso i fianchi lateralmente in modo da poterlo massaggiare delicatamente. Avevo chiuso l’acqua nella doccia, quindi potevo sentire dal suo respiro che era teso.
Naturalmente non aveva alcuna possibilità di evitare l’erezione. Ma perchè no. È stato un momento così bello senza alcun “cattivo pensiero”.

Ha sentito il mio corpo con le sue mani… il suo pene mi ha toccato le natiche rigide e forti e ho apprezzato i movimenti delle sue mani con il sapone sulla schiena. Era una situazione così sensuale che non avrei mai potuto immaginare nella mia immaginazione.
Né lui né io volevamo fermare questo momento. Mi sono mossa all’indietro verso il suo corpo, ho anche preso il suo membro tra le mie natiche e le ho strofinato su e giù per la sua asta eretta. Deve essergli piaciuto perché si è spinto di più verso di me. I movimenti delle sue mani diventarono più lenti, molto lentamente e il suo pene cominciò a pulsare sempre di più.

Mi sono resa conto subito che non avrebbe potuto continuare così a lungo. Sappiamo che i ragazzi si eccitano rapidamente e rilasciano rapidamente il loro sperma, se
succede qualcosa. Ma questo sfregamento della pelle aveva un tocco speciale. Volevo renderlo ancora più carino per lui, gli ho semplicemente detto…”stai lì” e mi sono chinato in avanti. Di conseguenza, il suo pene, che era allungato verso l’alto, si è infilato tra la mia gamba e il suo pene si sollevò con forza e toccò le mie labbra ora completamente aperte.

Sentii il suo glande tra le mie labbra scivolose. Non raggiungeva il mio clitoride ma questo piccolo stallone rigido era davvero piacevole tra le mie labbra. Sapevo che
doveva sentire la mia umidità scivolosa, che poteva essere la sua prima volta scivolare avanti e indietro nella figa di una donna calda e matura. Ogni tanto si tirava indietro un po’ e poi si avvicinava di nuovo a me. Le mie natiche vibravano e la mia figa si riscaldava. Non sono affatto interessata agli abusi e alla seduzione in questo momento.

Penso solo che sia una sensazione così bella in questo momento. Come donna, mi era chiaro che lo eccitavo moltissimo, ho anche sentito anche un leggero tremore in lui.
Una donna sopra i 50 anni è sotto la doccia e si fa massaggiare le labbra da un bel ragazzo. Naturalmente ero tentata a portarlo nella mia figa con un solo movimento del corpo.

Ogni volta che lui si trovava proprio in fondo alla mia fessura con il suo movimento aveva il suo glande davanti la mia figa poi si spingeva un po’ più in avanti… Che lo avrei portato nella mia figa con un solo movimento del corpo. Sicuramente non sarebbe andato molto lontano ma un po’ ci sarebbe riuscito. Almeno avrei avuto il suo pene nella mia figa.

I suoi movimenti sono diventati un po’ più veloci ora, mi era chiaro che sarebbe venuto presto. Non so perché l’ho fatto ma non volevo che finisse così. Mi sono avvicinata con il mio corpo, mi sono girata e lo ho guardato negli occhi pieni di sentimento e ho afferrato il suo membro rigido senza guardare. Mentre spostavo la mano su è giù molto lentamente gli ho detto semplicemente all’orecchio: vieni, ragazzo mio, voglio sentirlo quando vieni.

Ho così sentito la sua reazione abbastanza forte. Si contrasse con tutto il corpo, il suo pene tremò violentemente nella mia mano e sentii tutto il suo sperma scorrere caldo. Mi sono presa il mio tempo e l’ho stretto a me tenendogli ancora il membro.

Molto lentamente i miei sensi e soprattutto i suoi tornarono. Sono sicura che non dimenticherà mai questo momento della sua vita.

In ogni caso, sono curiosa di vedere quando lo incontrerò di nuovo nella sauna…


Con le nostre telefonate erotiche potrai soddisfare ogni tuo desiderio, cosa aspetti? Chiama la linea erotica!

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici

Sostieni come noi il wwf per aiutare le specie in via di estinzione