Numero Erotico Milf

Ebbene il Numero Erotico Milf a costo fisso finalmente eccolo qui. Lo avete richiesto in tanti e non potevamo non accontentarvi anche in questa richiesta. Dopo qualche piccola disputa con le nostre amiche abbiamo raggiunto un compromesso unico nel suo genere, con qualche regola ma decisamente vantaggioso. Per voi.

Come Funziona il numero erotico milf a costo fisso?

Si tratta di un servizio più unico che raro che vi permette di chiamare le nostre ragazze ad una tariffa unica per tutta la durata della telefonata fino al massimo prestabilito. Il costo del traffico verrà scalato dal vostro credito telefonico come se aveste inviato qualche sms.

Ascolta e godi – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche – racconti erotici

Utilizzarlo è semplice. Vi basta cliccare sul numero e iniziare a parlare con la ragazza nella linea erotica. Il credito vi viene scalato alla risposta e per tutta la durata della telefonata non vi verranno addebitati costi aggiuntivi. In sintesi se con gli ultimi 3€ del vostro cellulare avete deciso di farvi una nuova amica… adesso con il numero erotico milf è possibile, che aspetti? Chiama la linea erotica!

Posso richiamare con lo stesso numero una volta usufruito del servizio?

Certo! Puoi chiamare la linea erotica tutte le volte che vuoi. Anche con lo stesso numero con cui hai chiamato in precedenza. Il funzionamento sarà il medesimo e nelle attese di centralino non ci saranno costi addebitati. E’ giusto dirlo perché essendo linee erotiche ad alto numero di utenza qualche volta dei minuti se ne vanno solo per l’attesa. Vi ricordiamo che finché non sentirete parlare la ragazza alla Linea Erotica il servizio sarà totalmente gratuito!

Cosa trovo una volta fatto il numero per l’ascolto della linea erotica?

  • Premendo 1 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in un negozio di intimo.
  • Premendo 2 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in una palestra.
  • Premendo 3 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che narra di un viaggio erotico molto piccante.
  • Premendo 4 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di una ragazza che in casa e sola decide di giocare con gli oggetti che ha intorno.
  • Premendo 5 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di ripassi scolastici
  • Premendo 6 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si ambienta in un cinema hard
  • Premendo 7 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia dedicato a due sorelle con un cugino molto interessante
  • Premendo 8 troverai un racconto erotico dedicato ad una mamma molto interessata all’amico della figlia
  • Premendo 9 troverai un racconto erotico ad una ragazza molto interessata ad avere un’esperienza con più persone in una volta sola
Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici
Ascolta e godi – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche – racconti erotici

Seguici anche su tutti i nostri social : facebookInstagramTwitterVirgilio

Puoi trovarci anche su PornHub ed Eporner


Racconto erotico: Un giovane cazzo con due donne mature

Era febbraio e Thomas aveva appena compiuto 18 anni. Aveva i capelli corti e biondi, era alto 1,82 me aveva una figura normale. La natura lo aveva dotato di una coda dritta di 18 cm . Era giunto il momento per lui di prendersi finalmente una vacanza nella sua eredità, una casa vacanze in Spagna.

Dopo un breve volo e un lungo tragitto di auto arrivò alla sua casa, aprì la porta d’ingresso, entrò e aprì prima le pesanti persiane di legno. Uscì sul grande balcone coperto e si guardò attorno, la sua proprietà ereditata era una casa bifamiliare e si trovava in una zona ben tenuta, non lontano dalle spiagge selvagge.

Ci sono voluti circa 15 minuti per raggiungere a piedi la spiaggia turistica. La casa accanto a lui al momento era disabitata. “Grazie zia,” mormorò tra sé, “davvero un bel regalo!” Aveva fame e andò in un caffè dove ordinò il leggendario hamburger con bistecca e con esso bevve una birra alla spina. Non era la sua giornata oggi. Era stanco per il volo, di cattivo umore e infastidito dalla musica carnevalesca tedesca che risuonava a tutto volume da tutti i bar.

Tornò a casa non prima di aver fatto un giro tra i vari negozietti e aver comprato alcune cose. Una volta arrivato si sedette sul balcone e sonnecchiò finché, verso sera, un’auto si fermò davanti alla casa. Una donna sulla cinquantina scese e aprì il cancello. Una piccola auto era parcheggiata nella proprietà confinante e dall’auto è scesa un’altra signora coetanea. Salutarono amichevolmente Thomas ed entrarono in casa. Thomas dormì come un sasso quella notte e la mattina dopo si svegliò fresco e riposato.

Guardò fuori dalla finestra della sua camera da letto al primo piano e vide le due donne di ieri sul balcone vicino, che indossavano solo reggiseno e mutandine. Una di loro aveva i capelli biondi e ricci, era paffuta, alta circa 1,75 me aveva grandi tette che sembravano essere molto pesanti nonostante il reggiseno. Le sue mutandine trasparenti gli facevano pensare che fosse pelosa. L’altra, con corti capelli grigi e colpi di sole neri, era alta un metro e settanta e aveva tette cadenti. Un cespuglio nero luccicava attraverso le sue mutandine succinte.

Thomas sentì un formicolio nel cazzo. La bionda lo vide dalla finestra aperta e lo salutò con la mano.
“Facciamo colazione insieme?” chiese la donna dai capelli grigi. “Prendete i panini dal panificio tedesco proprio dietro l’angolo e fateveli arrivare entro mezz’ora!” Thomas bussò puntualmente alle porte delle due donne con un sacchetto di panini sotto il braccio. “È aperto, entra!” Thomas entrò e seppe subito come muoversi. La casa era orientata come la sua, solo specchiata. “Siamo in cucina, venite da noi!” Thomas entrò in cucina e quando le vide, il suo pene nei suoi jeans corti si mosse immediatamente di nuovo.

Numero erotico

La bionda gli si avvicinò e gli disse: “Benvenuto, comunque, mi chiamo Francisca. E quella è la mia amica Vittoria!” Vittoria indossava un abito bianco senza spalline e Thomas avrebbe scommesso che fosse rimasta senza reggiseno. Le areole scure delle sue tette cadenti della coppa B luccicavano attraverso il tessuto sottile. A giudicare dai contorni, indossava ancora un perizoma bianco. Francisca lo ricevette con un costume da bagno succinto. Si era legata un panno intorno ai fianchi larghi. I suoi grandi seni cadenti volevano uscire verso l’alto.

Thomas si presentò: “Sono Thomas e sono qui per la prima volta. Sono rimasto completamente sorpreso che mia zia mi abbia lasciato questa casa. In molti avevano speculato al riguardo, ma probabilmente lei voleva dare fastidio a tutti. “ – “Allora ti mostreremo un po’ del posto più tardi”, suggerì Vittoria. “Siamo proprietari della casa da alcuni anni e conosciamo bene la zona. Ma non abbiamo praticamente avuto contatti con tua zia.

”Forse con i suoi nipoti le cose cambieranno!” Francisca sorrise alla vicina. Hanno fatto una bella chiacchierata durante il pasto e le due ragazze hanno reso il soggiorno di Thomas davvero piacevole. Continuava a guardare furtivamente i corpi delle due, soprattutto i seni. Lo hanno eccitato molto. Dopo la colazione i tre volevano recarsi nella vicina spiaggia di fronte all’hotel. Francisca si mise una maglietta sopra il costume da bagno e poi partirono carichi di coperte e asciugamani.

Francisca e Vittoria presero a braccetto Thomas su entrambi i lati e lo condussero oltre il grande hotel fino alla spiaggia. Il tempo era meraviglioso, nonostante il periodo dell’anno si poteva stare in spiaggia, soprattutto quando splendeva il sole. E oggi ha brillato e ha portato la temperatura a 24 gradi. La temperatura dell’acqua era di 20 gradi. “Vieni in acqua con me?”, chiese Francisca alla sua amica. “Certo, e tu, Thomas?” – Vengo anch’io!” Si tolse i jeans corti e la maglietta e si fermò davanti a loro due in un succinto costume da bagno.

Il suo corpo snello e atletico suscitò un ammirato “Uhii” da parte di entrambi. Francisca aspettava Vittoria in costume da bagno. Ha cercato il suo top nella borsa, era succinto come le sue mutandine perizoma. Thomas si stava eccitando e il suo pene stava lentamente diventando duro. Naturalmente entrambe se ne sono accorte e lo hanno preso in mezzo. Ciascuna gli diede un bacio sulla guancia, seguito da un sussurrato “Grazie per il tuo bel complimento!” Thomas pensò che la sua eccitazione si sarebbe placata di nuovo nell’acqua.

Ma sia il bikini di Vittoria che il costume da bagno di Francisca sono diventati trasparenti. E ora il suo cazzo era davvero duro. Le due si divertirono a mantenere quello stato e alla fine presero Thomas per mano e lo tirarono fuori dall’acqua fissandolo con la sua cinghia rigida agli asciugamani. Si asciugarono a vicenda e Francisca continuò ad accarezzargli il cazzo con l’asciugamano. “Ti consiglio di sdraiarti a pancia in giù prima che arrivi la polizia”, ​​rise Vittoria.

Hanno sonnecchiato per un’ora e Vittoria ha poi suggerito di vestirsi e di andare al vicino caffè per uno spuntino di mezzogiorno. Durante la cena chiaccherarono molto e accompagnarono il tutto con due o tre bicchieri di vino, verso le 15 i tre tornarono a casa, un po’ ubriachi. “E adesso”, chiese Francisca quando arrivarono alla loro casa di vacanza. “Possiamo sdraiarci nel mio giardino dietro casa. Lì abbiamo pace e tranquillità!” Thomas seguì le due donne.

Thomas suggerì un brindisi e una volta che Francisca tornò dalla cucina con calici e altro vino tintinnarono i bicchieri e si abbracciarono per un bacio. Francisca fu la prima ad abbracciare Thomas e i due si baciarono profondamente e a lungo. Vittoria rimase lì impaziente, aspettando il suo turno. Anche lei e Thomas si baciarono appassionatamente.

Quella era la prima volta che baciava donne anziane. E supponeva che questo fosse solo l’inizio. Voleva qualcosa di più che semplicemente baciarsi. Ma quello che accadde dopo fu qualcosa che Thomas non si aspettava. Francisca abbracciò Vittoria ed entrambe iniziarono a baciarsi. Le sue mani cercarono e trovarono punti sulle natiche e sul seno. “Toglici i vestiti!” sussurrò Francisca a Thomas. Dapprima esitante, ma poi pieno di desiderio, tolse le spalline del costume dalle spalle di Francisca.

Sollevò con attenzione le coppe sopra i suoi seni grandi e pesanti e poi le abbassò l’intero costume da bagno fino alle ginocchia, sopra la pancia e il sedere. L’ha aiutata a togliersi la tuta. Era più facile con il perizoma di Vittoria. Si mise subito davanti a Francisca senza niente ed entrambe continuarono ad accarezzarsi e baciarsi. Thomas ha approfittato dell’opportunità e si è anche spogliato nudo. Ha parcheggiato il suo cazzo duro nella piega del culo di Francisca e le sue mani hanno cercato di coccolare allo stesso modo tutti e quattro i seni.

Le mani delle donne si palpavano a vicenda le loro labbra già bagnate e ogni tanto vi lasciavano scomparire un dito. Vittoria passò un braccio oltre Francisca e afferrò il cazzo di Thomas. Premette ripetutamente l’asta e accarezzò il glande con il pollice. “Chi di noi due vorresti scopare per primo?” sentì chiedere Francisca. “Non mi interessa. La cosa principale è che posso scoparvi entrambe. “Francisca e Vittoria si sedettero su una sdraio e Thomas si mise di fronte a entrambe.

La mano di Vittoria gli ha afferrato il cazzo e lo ha mostrato alla sua amica. “Guarda che cazzo incredibilmente bello ha Thomas. Così dritto e ben fatto. E quando ritiri le sua pelle, trovi un glande meravigliosamente rigonfio con un grande foro per la pipì. Francisca aprì la bocca e Vittoria le diede il cazzo duro da provare. “Succhialo per bene, succhia il suo donatore di gioia. Ma fai attenzione a non farlo schizzare. “Thomas aveva smesso di giocare con i seni delle due donne sui cinquantacinque anni, altrimenti avrebbe sparso subito il suo sperma su di loro senza che ancora facessero nientei.

“Prendimi prima”, chiese Francisca e si sdraiò supina su una sdraio. Vittoria si limitò ad annuire e si accovacciò accanto alla sua amica per baciarla e accarezzarla. Thomas controllò se la figa fosse abbastanza bagnata. Frida era pronta. Si inginocchiò tra le sue cosce e le sfiorò i peli pubici biondi di lato con le dita. Lui le baciò timidamente le labbra della figa e il clitoride. Quando lui le leccò la fessura con la lingua, lei gemette forte.

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici

Quando fù ben lubrificata Thomas lentamente penetrò il suo cazzo nella sua vagina. Le sue mani presero i suoi seni e le succhiò e succhiò i capezzoli. Gli spinse dentro ancora e ancora. Francisca ha provato a baciare Thomas e sbaciucchiandosi lui l’ha portata all’orgasmo. Vittoria ora gli stava toccando il buco del culo e ha spinto il suo indice in profondità nel suo ano.

Con un forte gemito ha sparato il suo sperma in profondità nella vagina di Francisca. Continuarono a sbaciucchiarsi e ad accarezzarsi finché il loro orgasmo non si placò. Scese da Francisca e Vittoria lo aspettava già. Lui stava di fronte a lei con il cazzo flaccido e la guardava tristemente. “Credo che ci vorrà un po’ prima di poterti viziare!” – “Non importa”, disse Vittoria, “ho tempo. Ma posso mostrarti cosa hanno le donne anziane rispetto a quelle più giovani“.

“Tornerà bello dritto tra cinque minuti. Garantito! Vieni qui! Dammi il tuo cazzo!” Con una mano gli tirò le palle, con l’altra mano lavorò sulla punta del cazzo con la presa a corona. Gli strinse le palle così forte che quasi fece male. Le dita scuotevano il suo cazzo sempre più velocemente. All’improvviso si sporse in avanti e gli succhiò il glande con le labbra. Con due dita continuò ad accarezzare il suo cazzo indurito.

Francisca gli prese la testa tra le mani e lo guardò negli occhi. «Bene, ti piace quello che ti facciamo noi vecchie? Ti piacciono le nostre tette cadenti? Ti piace infilarlo nelle nostre vecchie fighe?” Vittoria allentò la presa sulle sue palle e il suo cazzo divenne sempre più duro. “Vedi, tesoro, sono riuscita a farti rimettere in forze molto preso. Adesso leccami la figa!” Pieno di piacere, Thomas affondò la bocca nel suo grembo e leccò e bevve il suo succo.

La sua figa era nera con peli con molte isole grigie, ma aveva tagliato i peli pubici corti. Assaporò l’eccitazione, il desiderio, la melma della fica e pensò che ci fosse anche un po’ di piscio. “Adesso puoi scoparmi. Voglio il tuo cazzo grosso e duro!” “Per favore, siediti su di me”, le chiese e lei gli fece il favore. Si è arrampicata sul suo addome e ha infilato il suo cazzo duro nel suo buco bagnato e peloso.

Lo prese fino in fondo e contorse il viso con piacere. “Oh, che bello. Scopami molto lentamente e per molto tempo, voglio godere a lungo”. Mentre il suo cazzo lavorava con forza e fermezza sulla sua vagina, lui lavorava sulle sue tette piatte e cadenti. La attirò a sé per i capezzoli castani e cominciò a baciarla avidamente. Francisca si era seduta su una sedia e li osservava.

Aveva le gambe spalancate e si stava accarezzando la figa. Con l’altra mano si massaggiava i grossi seni e ogni tanto si pizzicava i capezzoli. Vittoria guardò la sua amica e la incoraggiò in olandese. Thomas non capì una parola ma il suo problema in quel momento era che doveva stare attento a non arrivare troppo presto. Ha stimolato il clitoride di Vittoria con le dita e ci è riuscito.

Notò come stava diventando sempre più calda e i suoi gemiti sommessi la tradivano. Cadde in avanti sul petto di Thomas e ebbe uno spasmo. Poi ha vissuto un orgasmo silenzioso ma intenso. Anche Thomas si lasciò andare e le spruzzò il suo sperma in profondità. In sottofondo sentì l’orgasmo di Francisca. Dopo un breve periodo di recupero, ognuno torno nella propria casa di vacanza decisi a incontrarsi ancora per la sera. Thomas rimase in vacanza per una settimana.

Tutti e tre si divertivano insieme ogni giorno, più volte. Non avrebbe potuto trovare guide turistiche migliori delle due donne olandesi che gli hanno mostrato e soprattutto gli hanno fatto di tutto.


Con le nostre telefonate erotiche potrai soddisfare ogni tuo desiderio, cosa aspetti? Chiama la linea erotica!

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici

Sostieni come noi il wwf per aiutare le specie in via di estinzione