Numero Erotico Padrona

Ebbene questo numero erotico a costo fisso finalmente eccolo qui. Lo avete richiesto in tanti e non potevamo non accontentarvi anche in questa richiesta. Dopo qualche piccola disputa con le nostre amiche abbiamo raggiunto un compromesso unico nel suo genere, con qualche regola ma decisamente vantaggioso per voi.

linea erotica mistress
numero erotico padrona
Numero erotico padrona – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche

Come Funziona il numero erotico padrona a costo fisso?

Si tratta di un servizio più unico che raro che vi permette di chiamare le nostre ragazze ad una tariffa unica per tutta la durata della telefonata fino al massimo prestabilito. Il costo del traffico verrà scalato dal vostro credito telefonico come se aveste inviato qualche sms.

linea erotica padrona
Numero erotico padrona – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche

Utilizzarlo è semplice. Vi basta cliccare sul numero e iniziare a parlare con la ragazza. Il credito vi viene scalato alla risposta e per tutta la durata della telefonato non vi verranno addebitati costi aggiuntivi. In sintesi se con gli ultimi 3€ del vostro cellulare avete deciso di farvi una nuova amica… adesso è possibile.

Posso richiamare il numero erotico padrona una volta usufruito del servizio?

Certo! Puoi chiamare tutte le volte che vuoi il numero erotico padrona. Anche con lo stesso numero con cui hai chiamato in precedenza. Il funzionamento sarà il medesimo e nelle attese di centralino non ci saranno costi addebitati. E’ giusto dirlo perché essendo il numero erotico padrona una linea erotica ad alto numero di utenza qualche volta dei minuti se ne vanno solo per l’attesa. Vi ricordiamo che finché non sentirete parlare la ragazza alla Linea Erotica il servizio sarà totalmente gratuito!

Cosa trovo una volta fatto il numero per l’ascolto della linea erotica?

  • Premendo 1 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in un negozio di intimo.
  • Premendo 2 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si svolge in una palestra.
  • Premendo 3 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che narra di un viaggio erotico molto piccante.
  • Premendo 4 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di una ragazza che in casa e sola decide di giocare con gli oggetti che ha intorno.
  • Premendo 5 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia di ripassi scolastici
  • Premendo 6 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia che si ambienta in un cinema hard
  • Premendo 7 troverai un racconto erotico dedicato ad una storia dedicato a due sorelle con un cugino molto interessante
  • Premendo 8 troverai un racconto erotico dedicato ad una mamma molto interessata all’amico della figlia
  • Premendo 9 troverai un racconto erotico ad una ragazza molto interessata ad avere un’esperienza con più persone in una volta sola

Seguici anche su tutti i nostri social : FacebookInstagramTwitterVirgilio

Puoi trovarci anche su PornHub ed Eporner

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici
Numero erotico padrona – Racconti erotici – linea erotica – telefonate erotiche – racconti erotici

Racconto erotico – Parte 1: Un ragazzo dotato e le sue nuove amicizie

Nel corso degli anni ho avuto grossi problemi sessuali perché quasi tutte le ragazze che ho incontrato si allontanavano dal mio cazzo. Era semplicemente troppo grande per loro! Quando eretto raggiunge dimensioni enormi, poco più di 30 centimetri di lunghezza, per non parlare del diametro. Anche le amiche più affamate di cazzo non riescono a inserirlo completamente nelle fiche delle loro giovani ragazze. Dato che la mia verga era costantemente eretta ed esigeva soddisfazione, non avevo altra scelta che masturbarmi giorno dopo giorno e sognare tutte quelle donne arrapate.

La situazione è cambiata improvvisamente quando ho iniziato il mio apprendistato a Berna e sono stato affidato a una delle amiche più famose di mia madre. C’era una signora estremamente attraente di nome Lisa. Il suo corpo maturo aveva forme voluttuose e irradiava un enorme fascino sessuale per me. Anche se era vestita molto abbottonata la prima volta che ho vissuto nel suo appartamento, la sua presenza mi ha così eccitato che il mio cazzo è diventato immediatamente duro intorno a lei.

Avevo occhi solo per le sue tette grandi e pesanti e il suo fondoschiena paffuto e voluminoso. Sognavo di scoparla come si deve e poi mi svegliavo sempre con un’erezione enorme da cui lo sperma fuoriusciva formando un arco acuto durante la successiva masturbazione. A volte avevo la sensazione che qualcuno stesse davanti alla mia porta e guardasse dal buco della serratura, ma non potevo immaginare che Lisa stesse guardando di nascosto. A quel tempo, per soddisfare un po’ la mia eccitazione, andavo spesso nei cinema porno o prendevo riviste in cui donne che somigliavano a Lisa si masturbavano e venivano scopate da cazzi enormi…

Un venerdì sera sono andato al cinema e mi sono seduto accanto a una coppia che era più preoccupata di se stessa che di guardare il film. La donna seduta proprio accanto a me mi ricordava molto Lisa. Tuttavia, non era vestita così abbottonata come la mia amata. Il suo vestito attillato di cotone si estendeva sui suoi enormi seni, i suoi capezzoli completamente eretti chiaramente visibili anche nella semioscurità del cinema.

Si era infilata una mano nella sua generosa scollatura, si era massaggiata un seno e aveva allungato il grande capezzolo con le dita.
L’altra mano era nei pantaloni del suo partner e gli stava masturbando il cazzo, come era facile vedere dai movimenti ritmici nei pantaloni larghi. I movimenti irrequieti del suo addome dimostravano quanto gli piacesse.

Il mio cazzo era gonfio fino a scoppiare, il porno non mi interessava quasi più, invece ho cominciato a osservarli da vicino mentre si accarezzavano. Ovviamente non gli dispiaceva avere un voyeur seduto accanto a loro mentre continuavano sfacciatamente il loro sesso sfrenato.
Iniziò ad aprire la cerniera del vestito, che era abbottonato fino in fondo, e scostò il tessuto sottile.

Quando nella penombra del cinema porno mi resi conto che sotto era completamente nuda, tranne che per un reggiseno nero, ero fuori di testa. Le sue tette paffute avevano areole marrone scuro, grandi quanto un palmo, da cui spiccavano i capezzoli eretti. Iniziò ad accarezzare e godersi i suoi enormi seni, che risaltavano grandi e sodi dal suo corpo voluttuoso grazie al seno.

Scivolò lentamente in avanti, allargando sensualmente le sue cosce strette così tanto che mi toccò persino con un ginocchio. Mi sono eccitato ancora di più quando ho notato che lei strofinava lentamente il ginocchio contro la mia coscia. Il mio cazzo ha iniziato a pulsare e a contrarsi ed è cresciuto fino a diventare un enorme rigonfiamento nei miei pantaloni come mai prima d’ora. Non riuscivo più a controllarmi, era duro e ora pretendeva soddisfazione! Dato che ero ancora un po’ inibito, mi sono messo la giacca in grembo e ho iniziato a masturbarmi lentamente con entrambe le mani.

Numero erotico di Linea Erotica - Vera linea erotica

La mia vicina ha sussurrato qualcosa al suo compagno che, come ho poi scoperto, aveva subito riconosciuto i miei movimenti di masturbazione sotto la giacca. Ora voleva apertamente eccitarmi ancora di più strofinando la sua coscia contro la mia in modo sempre più esigente. Continuò a massaggiarsi i suoi grossi seni con entrambe le mani e stimolò i capezzoli eretti facendoli roteare tra le dita e allungandoli con piacere, cosa che fece gonfiare ancora di più i capezzoli.

Poi fece scorrere lentamente una mano lungo il corpo fino all’inguine, che solo ora mi resi conto era completamente rasato. Aprì abilmente le labbra della sua figa, che erano gonfie di lussuria, e spinse le dita tutte insieme nel buco caldo e convulso. Con il pollice si massaggiava il clitoride completamente fiorito, che sporgeva dalla figa come un piccolo pene. Aveva portato in bocca una delle sue enormi tette e succhiava avidamente il capezzolo.

Nel frattempo il suo compagno aveva aperto la cintura e il suo enorme cazzo duro, lungo quasi 30 centimetri, è subito uscito allo scoperto. Lei immediatamente si chinò su di lui, mise la bocca sul suo glande, traboccante di lussuria, e lo succhiò nella gola più profondamente di quanto avessi mai visto prima; Ha continuato a scoparsi la figa con le dita. L’altra mano era stretta attorno all’asta del cazzo del suo stallone e lo stava massaggiando furiosamente. Mi sono sporto un po’ in avanti per vedere meglio quello che succedeva, i miei movimenti di masturbazione sotto la giacca sono diventati sempre più violenti.

Ho notato come ero sull’orlo di un orgasmo liberatorio: l’uomo aveva un cazzo enorme che le stava a malapena in mano mentre lei cominciava a massaggiargli le palle con perizia. Adesso le afferrò la cappella con entrambe le mani e se la spinse lentamente in grembo finché la sua enorme erezione non fu quasi completamente scomparsa nella sua gola. La ricettività di questa donna è stata enorme, non avevo mai visto un pompino così caldo! Lui le afferrò la testa in modo completamente disinibito e spinse il suo cazzo sempre più forte nella sua bocca finché all’improvviso non si irrigidì perché evidentemente aveva avuto il suo orgasmo liberatorio, come si poteva sentire anche dal suo forte gemito.

Ingoiò avidamente il suo sperma dal suo cazzo che si contraeva.
“Che donna insaziabile,” mi balenò in testa, “come posso insegnare a Lisa questi meravigliosi movimenti?” La mia vicina era ancora seduta quasi nuda accanto a me, continuava a giocare con la sua verga che era ancora ripida per la sua altezza e non aveva perso nulla delle sue dimensioni. Stava sussurrando qualcosa all’orecchio del suo partner, poi si è voltata verso di me. Lei lasciò lentamente che il suo sguardo vagasse lungo di me finché non ebbe il mio grembo in piena vista, da cui spuntava il mio enorme cazzo attraverso la giacca.

Ho notato un sorriso complice attraversarle il viso. Si sporse verso di me, infilando un braccio sotto le sue enormi tette e sollevandole così abilmente che i capezzoli duri furono premuti contro la parte superiore del mio braccio nudo.
“Puoi darmi da accendere?” chiese con una voce eccitante e ruvida. I suoi capezzoli eretti brillavano contro la mia pelle, volevo succhiarli subito in bocca. Con la sua domanda mi ha messo in grande imbarazzo perché l’accendino era nella giacca, con la quale coprivo il mio cazzo duro come la roccia. Ho cominciato a giocherellare goffamente con la tasca della giacca quando lei ha infilato una mano sotto la mia giacca e ha palpato di proposito la mia verga.

Intrattenimento erotico - numeri erotici - linea erotica

“Oh, cosa abbiamo qui?” la sentii chiedere. Mi ha massaggiato il pene e poi ha fatto scorrere la mano lungo tutta la lunghezza del mio cazzo fino al glande gonfio. L’ho sentita fare un respiro profondo e sussurrarmi all’orecchio, ovviamente colpita dalle mie dimensioni: “Non ho mai visto un cazzo così fantastico prima! Cavolo, devo davvero sentirlo dentro di me!!” Lei tirò da parte la mia giacca. “Meraviglioso”, disse mentre lavorava sul mio cazzo duro e cominciava lentamente a scuotermi l’asta.

Si è chinata verso di me e ha provato a mettere la sua bocca calda sul glande eretto, cosa che è riuscita a fare dopo alcuni problemi iniziali. Ciò che accadde dopo andava oltre la mia immaginazione! Ha spinto il mio cazzo sempre più in profondità nella sua gola e lo ha soffiato così abilmente che ho avuto la sensazione di essere fatta solo di cazzo. Ho notato come la follia stava lentamente arrivando a me, il mio cazzo stava per venire. Le ho afferrato la testa e me l’ho spinta con forza in grembo, come avevo già visto fare al suo partner.

Questa donna sembrava non avere alcuna inibizione, i suoi gemiti diventavano sempre più forti dimostrando quanto le piacesse essere presa in quel modo. All’improvviso la mia cinghia cominciò a contrarsi e schizzare, il mio seme schizzò in profondità nella sua bocca. Marika – così si chiamava la mia succhiatrice calda, come scoprii più tardi – ingoiò tutto il succo come meglio poté e poi leccò il mio pene ancora duro e gonfio per non far sprecare nulla del seme. La mia lussuria non si era placata, ho cominciato a massaggiare con fermezza le sue tette grandi e carnose.

“Ohh, meraviglioso, il tuo cazzo resta rigido, ora devi assolutamente scoparmi!” mi sussurrò eccitata, mi salì sopra e si sedette a cavalcioni sul mio cazzo di fronte a me.
È stato meraviglioso come ha fatto lentamente scorrere il mio cazzo fino alla sua fica, affondando sempre più profondamente nel mio grembo. I muscoli della sua fica si strinsero sul mio cazzo, che ancora una volta era gonfio fino a scoppiare.

Mi sono seduto molto tranquillamente sulla poltrona perché Marika rimbalzava sulla mia erezione dura con movimenti del cazzo sempre più esigenti ed estatici. I suoi seni pieni rimbalzavano avanti e indietro proprio davanti ai miei occhi finché improvvisamente non afferrò uno dei suoi seni e spinse il suo capezzolo eretto nella mia bocca. Ho cominciato subito a succhiare e masticare la tettarella e dai suoi forti gemiti era facile capire quanto si divertisse.

Nel frattempo il suo partner si era alzato e si era messo dietro di lei, con il cazzo di nuovo in bella vista. Le ha massaggiato il sedere e l’ho sentito infilarle un dito nel culo. Poi si è chinato un po’ e ha spinto la cinghia nell’uscita posteriore con tutta la sua forza! Sentivo i suoi fottuti movimenti dentro di lei molto chiaramente, un’inaspettata sensazione di lussuria mi sopraffece. Marika non poteva più essere trattenuta, impalata e scopata dai cazzi, i suoi gemiti diventavano sempre più forti.

Il succo della sua figa scorreva lungo la mia cintura, stava letteralmente per fuoriuscire di lussuria. La sua fica ha cominciato improvvisamente a contrarsi ritmicamente, le nostre spinte sono diventate ancora più forti! I gemiti di Marika si sono trasformati in un urlo orgasmico, e i nostri cazzi si sono scaricati con i successivi gemiti profondi nei loro buchi caldi…

Ascolta e godi - Racconti erotici - linea erotica - telefonate erotiche - racconti erotici

Lentamente siamo tornati alla realtà, ora potevamo vedere diverse coppie intorno a noi che erano eccitate dal nostro spettacolo e ora erano molto impegnate con se stessi. Le tette scoperte sono state massaggiate, i cazzi duri sono stati succhiati, un’orgia incredibile ha infuriato per tutto il cinema,
ci siamo sorrisi un po’ imbarazzati, pensavamo di essere pronti e siamo usciti dal cinema porno per sederci insieme a un tavolo nell’atrio. Dopo che finalmente ci siamo presentati, Marika ha subito iniziato a parlare con entusiasmo del nostro bel numero.

“Non sono mai stata penetrata e scopata così bene, è stato semplicemente meraviglioso sentire i vostri enormi cazzi dentro di me allo stesso tempo!” ha detto. Il suo viso era ancora freneticamente arrossato; sembrava che solo il pensiero della nostra scopata la eccitasse di nuovo, i suoi capezzoli erano già di nuovo eretti sotto il succinto vestitino di cotone. Si spostò irrequieta avanti e indietro sulla sedia, e quasi involontariamente una mano scivolò tra le sue cosce meravigliosamente strette.

Marika è una ninfomane davvero difficile da accontentare, sogna quasi solo orge con cazzi enormi che la prendano in tutti i buchi contemporaneamente. Per me è la cosa più bella stare con una donna così calda e sempre arrapata.

Nelle settimane successive sono stata spesso con Marika e Robert. I nostri incontri si trasformavano quasi sempre in una meravigliosa orgia in cui servivamo Marika in tutti i suoi buchi a nostro piacimento. Era davvero insaziabile e difficile da accontentare. Ha sempre motivato me e Robert a fare del nostro meglio. Le piaceva di più quando veniva scopata duramente nel culo e nella figa da entrambi i cazzi allo stesso tempo, e aveva regolarmente molti orgasmi. Poi le piaceva succhiare i nostri cazzi lasciando schizzare lo sperma sulle sue enormi tette e assaporando ogni singola goccia.

Poi la settimana scorsa abbiamo pensato a come espandere il nostro piccolo circolo arrapato, così mi è venuto in mente di coinvolgere Lisa nel gioco. Ho raccontato a entrambi delle sue forme voluttuose e di come lo faceva sempre di nascosto da sola. Marika e Robert erano ansiosi di conoscere Lisa dopo che avevo raccontato loro del mio amore segreto. Abbiamo concordato che li avrei presentati come amici della mia città natale che sarebbero venuti a trovarmi per un fine settimana…

Fine della 1° parte, continua a leggere la storia qui


Con le nostre telefonate erotiche potrai soddisfare ogni tuo desiderio, cosa aspetti? Chiama la linea erotica!

Sostieni come noi il wwf per aiutare le specie in via di estinzione